Incontri & Racconti | 25 febbraio 2021

Mikelle Standbridge e il sogno di Casa Regis, centro culturale di arte contemporanea

Tra le colline del Biellese un'affermata art photographer americana fa rinascere un palazzo del Settecento dedicato all' arte contemporanea

Mikelle Standbridge e il sogno di Casa Regis, centro culturale di arte contemporanea

Michelle Standbridge è un’affermata art photographer che arriva dagli Stati Uniti; ha vissuto diversi anni in Francia dove ha completato i suoi studi e ha sempre lavorato nel mondo dell’arte e dell’educazione. Da oltre 20 anni vive tra le colline del Biellese dove è riuscita a realizzare il sogno di dar vita ad un centro per la cultura e l’arte contemporanea.

 

Mikelle cos’è esattamente Casa Regis?

E’ una associazione culturale no profit che ha lo scopo di far conoscere questa bellissima zona del Piemonte sia in Italia che all’estero, attraverso il linguaggio universale dell’arte, in particolare di quella contemporanea, grazie alla presenza e allo scambio di esperienze tra i vari artisti.

Come è nata questa idea?

Le persone che vivono fuori dalle città hanno bisogno di spazi aggregativi, di luoghi dove ritrovarsi ed essere “comunità”, a volte c'è una interessante presenza di artisti locali, ma può capitare che tutte queste realtà non si conoscano fra di loro. Questo è il concetto che ha dato vita a Casa Regis, che si trova a poca distanza dal centro storico di Mosso Santa Maria, un paese in Provincia Biella.

La sede è in un palazzo antico

Il palazzo Casa Regis risale al Settecento. Fu di proprietà del medico Regis, un vero filantropo, che lo lasciò al convento guidato da "Mère Sofie" della Congregazione Fedeli Compagne di Gesù. Passò poi alla Parrocchia, che quest'anno lo ha donato all'Associazione Casa Regis.

La costruzione era abbandonata da molti anni e i lavori da fare erano davvero molti, ma è stato amore a prima vista e da subito mi sono impegnata per riportarlo all’antico splendore, facendo tornare alla luce gli affreschi dei soffitti, i pavimenti originali in cotto e liberandolo da mobili e oggetti che non gli appartenevano. Il sogno si è così realizzato.

Certo c’è ancora molto da lavorare, ma il successo ottenuto dalle diverse attività che sono state organizzate e l’entusiasmo per quelle in programma, mi fanno essere fiduciosa.

Ce le racconta?

Abbiamo organizzato numerosi eventi che hanno coinvolti protagonisti delle diverse espressioni artistiche, dai contest fotografici alle mostre di pittura e arte contemporanea, come ad esempio quella dell’artista genovese Tommaso Panzeri e quella del pittore californiano Shane Guffogg e anche un progetto di crowdfunding con un video spettacolare che ha acceso i riflettori su Casa Regis. Coloro che hanno visitato le mostre e anche gli stessi artisti sono rimasti molto colpiti dall’atmosfera che si respira in questo luogo e hanno deciso di sostenerci a vario titolo.

Quali sono i prossimi progetti?

Il prossimo evento artistico sarà a partire dal 10 aprile per 3 weekend consecutivi, in occasione dello Slow Art Day, un’iniziativa di carattere mondiale che si svolgerà in contemporanea in sedi diverse nei vari Paesi. Sono previste mostre per orientare i visitatori verso un "apprezzamento lento" delle opere, con condivisioni e riflessioni che coinvolgeranno il pubblico durante una merenda che organizzeremo nel giardino. Per questa mostra a Casa Regis, ho voluto invitare solo artisti locali, e questo mi ha permesso di dedicare molto tempo alla scoperta del bellissimo territorio che mi ha adottata.

Le prenotazioni alla mostra sono già aperte e il 18 aprile ci sarà anche un family day con un animatore che intratterrà i bambini mentre i genitori visitano la mostra. 

E poi?

E poi c’è il desiderio di riuscire a creare una vera e propria residenza per creativi ed artisti, questa sarebbe davvero la ciliegina sulla torta!  

 

Chi è Mikelle

Hobby: Per gli artisti hobby e lavoro coincidono, la passione è unica: quella per l'arte 

Piatto preferito: bollito misto con salsa verde e mostarda

Vino preferito: Barolo

I valori di riferimento: fare qualcosa per gli altri; è il modo migliore per arricchire se stessi 

Il sogno nel cassetto: imparare a cucinare almeno un piatto in modo decente!!

Tag: Mikelle Standbridge, Casa Regis, Biella, art photographer, Tommaso Panzeri, Shane Guffogg, Slow Art Day

Autore: M.N. megazine@megmarket.it 

Registrati alla nostra Newsletter