Filiera FAS | 14 maggio 2021

Cresce la produzione del San Daniele DOP, sempre più amato nel mondo

E’ iniziato bene il 2021 del Prosciutto friulano che registra un +8% nella produzione e +16% negli smobilizzi di magazzino

Cresce la produzione del San Daniele DOP, sempre più amato nel mondo

E’ iniziato bene il 2021 per il Prosciutto San Daniele DOP, con una crescita intorno al 7-8% nella produzione.

E’ positivo anche il dato che riguarda gli smobilizzi di magazzino: registra +16% il numero dei prosciutti che lasciano San Daniele per andare sul mercato.

Della produzione certificata l'82% rimane sul mercato interno, mentre il restante finisce sul mercato estero.

Geograficamente il 57% del prodotto destinato all'estero resta in Europa con la Francia sul primo gradino del podio seguita da Stati Uniti, Germania e Australia, tutti con quote a doppia cifra.

Ma segnali di apprezzamento arrivano anche dai mercati dell'Est Europa, come Polonia, Ungheria e Romania.

Lo scorso anno il fatturato ha raggiunto i 310 milioni di euro a fronte di oltre 2,5 milioni di cosce di maiale lavorate, provenienti dai macelli dove confluiscono le carni di più di 3.600 allevamenti distribuiti nelle 10 regioni previste dal disciplinare.

Un risultato che comprende il fenomeno crescente delle vaschette di preaffettato che l'anno scorso hanno superato i 21 milioni.

Tag: Prosciutto San Daniele DOP, made in Italy

Autore: megazine@megmarket.it 

Registrati alla nostra Newsletter