Dal Mondo | 02 novembre 2021

Il “mondiale degli spumanti” incorona l’Italia

Ferrari è in assoluto il miglior produttore al mondo di bollicine

Il “mondiale degli spumanti” incorona l’Italia

“The Champagne & Sparkling Wine World Championships 2021”, ossia il “mondiale delle bollicine” creato da Tom Stevenson, si è appena concluso, nominando ancora una volta Ferrari cantina di riferimento delle “bollicine di montagna” del Trentodoc, il miglior produttore di spumanti del mondo.

139 in tutto le medaglie d’oro, di cui 58 per l’Italia (22 grazie al Trentodoc, il terroir più premiato, seguito dalla Franciacorta con 15 e, a poche lunghezze, dal Prosecco Docg con 10), e 12 proprio grazie alla cantina della famiglia Lunelli, la più premiata in assoluto.

Il Belpaese ha superato la Francia dello Champagne sia sul fronte degli ori (52 per i transalpini), che tra gli argenti (129 contro 50, su un totale di 268).

Trentodoc, Franciacorta, ma anche Prosecco Docg di Conegliano e Valdobbiadene, passando per il mondo Lambrusco e non solo, i molti vini premiati fanno dell’Italia la terra più nobile del mondo per la spumantistica di qualità.

Oltre alla cantina Ferrari a brillare, tra le  italiane, c’è anche la griffe Cà del Bosco, con 5 medaglie d’oro e la siciliana Azienda Agricola G. Milazzo.

Tra i 19 Paesi con vini premiati (tra cui la new entry Giappone, ma anche India, Argentina, Brasile, Bulgaria, Canada, Germania, Nuova Zelanda, Portogallo, Romania, Russia, Sudafrica, Spagna), il Regno Unito si conferma sul podio, seguito da Australia e Stati Uniti.

Tag: The Champagne & Sparkling Wine World Championships 2021,Trentodoc, Ferrari, Prosecco

Autore: M.N. megazine@megmarket.it