Bandi | 14 dicembre 2021

Imprese Agricole verso il miglioramento delle risorse idriche

L'intervento 4.1.5 del PSR Friuli Venezia Giulia punta a sostenibilità e risparmio

Imprese Agricole verso il miglioramento delle risorse idriche

La nuova tipologia di intervento 4.1.5 - Miglioramento dell’uso e della gestione delle risorse idriche da parte delle aziende agricole, prevista nella versione n. 11 del PSR FVG 2014-2020 è finalizzata a rendere più efficiente l’utilizzo delle risorse idriche, mitigare le ricadute derivanti dai cambiamenti climatici e migliorare la competitività e la redditività delle aziende agricole che realizzano le operazioni nel territorio regionale.

L’obiettivo, pertanto, è quello di conseguire un importante quanto urgente risparmio di acqua. In virtù delle finalità ambientali, l’intervento è finanziato con le risorse aggiuntive EURI, risorse derivanti dall’EUropean Recovery Instrument per favorire la ripresa economica e una maggiore resilienza del settore e che vengono attivate con un livello di contribuzione più elevato: 60 % e 75% nel caso di giovani agricoltori.

Denominazione Bando: Intervento 4.1.5 - Miglioramento dell'uso e della gestione delle risorse idriche da parte delle aziende agricole Direzione centrale risorse agroalimentari, forestali e ittiche

Autorità di gestione del PSR FVG 2014-2020 - Servizio politiche rurali e sistemi informativi in agricoltura

Al bando sono state assegnate risorse per 2,5 milioni di euro ed i suoi beneficiari possono essere:

a) le imprese agricole individuali o societarie;

b) le cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno o l’allevamento di animali.

Sono ammissibili le operazioni che prevedono interventi:

a) di miglioramento, conversione, sostituzione degli impianti di irrigazione esistenti da scorrimento a impianti pluvirrigui di tipo fisso anche a scomparsa a bassa pressione, del tipo ad aspersione con centralina elettronica di controllo della velocità e della pluviometria con macchine semoventi (cd rotoloni), del tipo mobile con centraline elettroniche di controllo (tipo ad ali imperniate o ad ali translanti), localizzata del tipo a goccia, puntuale o a fascia, o per subirrigazione e di impianti di microirrigazione per aspersione compresi i relativi sistemi informatici ed elettronici di controllo e di misurazione del consumo dell’acqua;

b) per la realizzazione di sistemi di recupero e trattamento delle acque reflue aziendali a scopo irriguo (ad esempio impianti di fitodepurazione) includendo in esse quelle derivanti dal recupero delle acque di irrigazione ineccesso;

c) per la realizzazione di sistemi di irrigazione a ciclo chiuso (senza dispersioni - flusso o riflusso a recupero d’acqua);

d) per realizzazione di invasi aziendali, anche di utilizzo collettivo, di capacità utile massima di 250.000 mc, per la raccolta delle acque meteoriche e relativi impianti di distribuzione di carattere esclusivamente aziendale;

e) per la realizzazione di sistemi per la programmazione, la gestione, la misurazione, il controllo, il telecontrollo e l’automatizzazione degli impianti compresi i contatori;

f) per la realizzazione di interventi collegati direttamente alle suddette voci (fabbricati, dotazioni, impiantistica).

Il beneficiario, entro 120 (centoventi) giorni dalla pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia (BUR), ovvero entro il 7 febbraio 2022 deve compilare, sottoscrivere con firma digitale e rilasciare la domanda di sostegno in formato elettronico sul portale del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN).