Dal Mercato | 26 febbraio 2022, 05:30

Verona, un viaggio del gusto dalla montagna al Lago di Garda

La varietà più apprezzata per il risotto, uno dei primi piatti simbolo della tradizione veronese, è il Vialone Nano Veronese IGP

Verona, un viaggio del gusto dalla montagna al Lago di Garda

Attorno alla città di Giulietta e Romeo ci sono eccellenze enogastronomiche tutte da scoprire.  

Dalla montagna al Lago di Garda, passando per la pianura, la provincia di Verona è una culla di prodotti superlativi.  

Ne conosciamo alcuni, in un breve viaggio del gusto.  

Partiamo dalla montagna con il Monte Veronese.

La DOP garantisce la qualità e la tipicità di questo formaggio il cui latte proviene esclusivamente dalle stalle della Lessinia e viene realizzato con tecniche di produzione tradizionale.

Il Monte Veronese DOP latte Intero è un formaggio da tavola a pasta semicotta, prodotto esclusivamente con latte di vacca intero, la stagionatura varia dai 30 ai 60 giorni, ha forma cilindrica e il peso varia da 7 a 10 Kg. La pasta ha colore leggermente paglierino, con occhiatura sparsa e di piccole dimensioni con sapore delicato e gradevole.

Il Monte Veronese DOP d'allevo è un formaggio semigrasso a pasta semicotta, prodotto esclusivamente con latte di vacca. La stagionatura varia da un minimo di tre mesi a un massimo di due anni. Ha una forma cilindrica ed il peso varia da 6 a 9 Kg. La pasta ha colore bianco e giallo paglierino, in relazione alla stagione di produzione e presenta generalmente occhiatura media.

Restiamo a alta quota e andiamo nella zona di produzione e trasformazione del Marrone di San Zeno DOP, situata fra i 250 e i 900 metri sul livello del mare, nel territorio del Monte Baldo, che è compreso tra il Lago di Garda e la valle del Fiume Adige.

Per marrone si intende la variante “nobile” della castagna. Si tratta infatti di un frutto mediamente più grande, di forma ovale allungata, dal colore più chiaro con striature brune ben marcate, la buccia è sottile e si stacca con facilità e la polpa è più gustosa e dolce.

Raccolto ancora oggi con i metodi tradizionali, il marrone può essere cucinato in vari modi: lessato, al forno, arrosto e può costituire ingrediente basilare per vari tipi di dolci.  

Sia sul Monte Baldo che in Lessinia si trova il Tartufo nero pregiato. Ha dimensioni variabili tra quelle di una noce e quelle di una mela e un aspetto tuberiforme. Matura da novembre a marzo. Grazie all’aroma e al sapore intensi, il tartufo viene utilizzato per insaporire diversi piatti della tradizione locale.    

Arriviamo quindi sul Garda dove troviamo una delle due DOP di olio extra vergine d’oliva.

L’olio extravergine Garda DOP ha un colore verde da intenso e marcato, con tenui sfumature di giallo. Il profumo è leggermente fruttato, al palato dà sensazioni di mandorla dolce.

L'altra DOP è l'olio extravergine Veneto-Valpolicella. Ha un colore in cui prevale il giallo con lievi tonalità di verde negli oli freschi, il profumo è di fruttato leggero, mentre il sapore anch'esso fruttato ha una leggera sensazione amara e un retrogusto di mandorla.  

Sia "Garda" che "Veneto" sono considerati dagli esperti tra i migliori oli extravergine di oliva presenti sul mercato.

E si arrriva in pianura, con il riso che è certamente fra i simboli nei primi piatti della tradizione veronese.

Ce ne sono più di quaranta varietà, ognuna con caratteristiche diverse e con un diverso comportamento durante la cottura.

Quella più apprezzata per il risotto è il Vialone Nano Veronese.

Tutelato da un Consorzio di produttori e risieri, il Vialone Nano Veronese ha ottenuto nel 1996 il riconoscimento da parte della Comunità Europea di prodotto ad Indicazione Geografica Protetta.

La zona di produzione di questa particolare varietà di riso comprende, oltre all'area di coltivazione, anche i territori delle risorgive e dei fontanili da dove si originano le acque per le risaie, e interessa in tutto o in parte, le superfici di ventiquattro Comuni: Bovolone, Buttapietra, Casaleone, Cerea, Concamarise, Erbé, Gazzo Veronese, Isola della Scala, Isola Rizza, Mozzecane, Nogara, Nogarole Rocca, Oppeano, Palù, Povegliano Veronese, Ronco all'Adige, Roverchiara, Salizzole, Sanguinetto, San Pietro di Morubio, Sorgà, Trevenzuolo, Vigasio e Zevio.

Tags: Vialone Nano Veronese, Monte Baldo, Lessinia, Lago di Garda, Consorzio di produttori e risieri, Monte Veronese, Marrone di san Zeno DOP, Olio del Garda DOP

Autore: Redazione megazine@megmarket.it