Made in Italy | 17 settembre 2021

La Vendemmia 2021 secondo Assoenologi

Poca ma buona, a tratti ottima, in un contesto di mercato in forte ripresa

La Vendemmia 2021 secondo Assoenologi

Poca ma buona, a tratti ottima, in un contesto di mercato in forte ripresa.

E’ quanto si evince dal rapporto di Assoenologi, ISMEA e Unione Italiana Vini sulla vendemmia 2021.

La produzione italiana di vino 2021 scende a 44,5 milioni di ettolitri, un dato in calo del 9% rispetto ai 49 milioni di ettolitri del 2020 (dato Agea), soprattutto a causa delle anomalie del meteo. La diminuzione si è avuta in quasi tutte le regioni, fatta eccezione per Calabria, Sicilia e Campania.

l’Italia mantiene comunque il primato della produzione sia rispetto alla Spagna, ferma attorno ai 40 milioni di ettolitri, che rispetto alla Francia, penalizzata da un andamento climatico particolarmente avverso.

Come sottolinea Fabio Del Bravo, responsabile Direzione Servizi per lo Sviluppo Rurale Ismea “Il vino è uscito a testa alta dalla prova del Covid. Quello che all’indomani dello scoppio della crisi pandemica si preannunciava come uno dei comparti più colpiti, per via della sua forte esposizione verso il circuito dell’Horeca e mercati esteri, ha invece dimostrato una straordinaria capacità di adattamento”

La qualità delle uve appare buona, con punte di eccellenza in tutto il vigneto Italia e verosimilmente  si avranno gradazioni medio alte, con qualche criticità sul rapporto zuccheri/acidità su cui peserà il sempre ottimo lavoro degli enologi e delle imprese in cantina.

Secondo Riccardo Cotarella, presidente di Assoenologi  “ È infatti compito di noi enologi mitigare gli effetti negativi del clima ed esaltare quelli positivi, con particolare attenzione alla custodia e alla sostenibilità ambientale, elementi ormai necessari anche per un adeguato riconoscimento da parte dei consumatori. La qualità dipende anzitutto dall'andamento climatico, ma molto anche dal modo di condurre la vigna attraverso la scienza e la conoscenza che sono alla base dell'attività di noi enologi: laddove viene applicata con la massima meticolosità avremo una vendemmia molto buona, in alcuni casi ottima ed eccellente”.

A noi non resta che preparare il calice.

Tag: Assovino, ISMEA, UIV, vendemmia 2021

Autore: M.N. megazine@megmarket.it