Incontri & Racconti | 29 ottobre 2020

Martina Cian: "Sostenibilità, filiera corta, territorio: FAS è tendenza"

Specializzata in comunicazione, social media e strategia d'impresa con il motto "parlare di meno, ascoltare di più"

Martina Cian: "Sostenibilità, filiera corta, territorio: FAS è tendenza"

Comunicazione, social media e strategia sono tre parole chiave di cui si sente molto parlare nell'ultimo periodo. Dalla carta al web, immagini sempre più colorate e scattate in tempo reale dai protaginisti delle storie. E tante novità. Ne parliamo con Martina Cian, 37 anni, di origine lucana e una bella esperienza nazionale nel settore della comunicazione.

Martina, ha iniziato giovanissima, cosa significa per lei comunicare sui social? 

“Parlare di meno, ascoltare di più” è il "sine qua non" per chi vuole comunicare con efficacia sui social.

I Social Media sono strumenti che ci permettono di comunicare all'interno di una società digitale, virtuale, ma popolata da persone reali, questo per sottolineare che non bisogna mai dimenticarsi che nei social media dobbiamo essere noi stessi, quindi, bisogna comunicare autenticità, questo il vero valore.

Lei sta raccontando la Filiera agricola sostenibile FAS. Quali sono gli aspetti più importanti su cui sta lavorando?

E’ un dato di fatto: alla gente, le storie piacciono. Ci piacevano da bambini e continuiamo ad esserne affascinati da adulti. Via libera, quindi, allo storytelling in modo che le persone possano capire e apprezzare la storia della Filiera e dei suoi protagonisti.

La mia esperienza mi porta a dire che le persone non comprano solo per il brand ma anche per la storia che questo rappresenta.

Per la Filiera agricola sostenibile FAS, facciamo leva sulla storia del prodotto, sul valore umano e sull’autenticità.

Che cosa conosceremo di FAS e cosa ci resterà dei protagonisti?

Come già detto, facciamo leva sull'aspetto SOCIALE, ma per andare nel dettaglio vi invitiamo a seguirci sui nostri canali social ufficiali e perché no, lasciarci un like, un commento.

Quando termina un progetto in che modo deve proseguire la comunicazione affinché si raccolgano nel tempo i risultati attesi?

Proseguire con una pubblicazione costante, ma allo stesso tempo equilibrata. Fornire contenuti reali, non importa quanto corti o semplici, è un modo per fortificare la storia che si vuole comunicare. Così facendo si aumenta la credibilità del brand.

Nella sua esperienza come colloca l'attività di FAS?

Come un progetto di grande interesse perché in scia con quelli che sono i trend del momento: sostenibilità, filiera corta, prodotto di qualità.

Registrati alla nostra Newsletter