Incontri & Racconti | 27 novembre 2021

Bagna Càoda: un piatto perfetto per stare in compagnia

Gianluca e Federica, insieme in cucina con amore

Bagna Càoda: un piatto perfetto per stare in compagnia

"L’idea è nata l’autunno scorso da Federica poiché è il suo piatto preferito e ha voluto pensare agli altri, consentendo loro di poter gustare tranquillamente a casa un vasetto di quella Bagna Càoda fatta con amore che lei adora", racconta Gianluca fondatore e titolare, insieme alla moglie Federica, della Marmellateria Omero.

Il laboratorio artigianale Omero è il frutto della passione che unisce Gianluca e Federica sia nella vita che nel lavoro, da oltre 30 anni. Prima nella Trattoria la Curva di Ponte di Nava, a confine fra Piemonte e Liguria e oggi nella Marmellateria. Prodotti selezionati, qualità, dedizione e attenzione ai dettagli: è questo il metodo con cui operano da sempre.

Chi ha creato la ricetta Bagna Càoda e che cosa ha di speciale?

La ricetta è stata ideata dall’unione delle menti della mamma di Federica e il papà di Gianluca. La loro specialità è quella di non usare la panna per andare incontro alle esigenze delle persone intolleranti, così da poter deliziare anche coloro che non potrebbero gustarsi questo piatto sublime.

Scopriamo quando nasce la passione per la cucina di Federica e Gianluca.

Hanno iniziato a lavorare insieme 25 anni fa nella trattoria dei genitori di Gianluca chiamata “La Curva”. Hanno lavorato con i genitori per anni fino a quando questi ultimi hanno voluto smettere e loro, per avere più tempo in famiglia e consolidare il negozio, hanno deciso di chiudere la trattoria. Grazie a questa esperienza hanno capito le esigenze dei clienti e così è nata l’idea di fare i barattoli con pietanze che riportano alla mente i momenti trascorsi in trattoria e le ricette dei nonni.

TAG: Omero, Bagna Cauda, passione, territorio

Autore: Andrea Rossotti - Silvia Ferreri megazine@megmarket.it

Registrati alla nostra Newsletter