Incontri & Racconti | 14 aprile 2021

Michelangelo Serena: "Un nuovo Made in Italy per il mondo, fatto di arte musiva e vetro soffiato di Murano"

Serena Luxury Mosaic guarda ai mercati internazionali nei settori del lusso, dalla nautica ai resort

Michelangelo Serena: "Un nuovo Made in Italy per il mondo, fatto di arte musiva e vetro soffiato di Murano"

Michelangelo Serena discende dalla nobile famiglia di vetrai muranesi che nel XVI secolo inventò la tecnica del vetro detta “filigrana”.

Nato nel 1987 a Spilimbergo in Friuli Venezia Giulia, dopo gli studi in Architettura in Italia e all’estero, nel 2015 fonda SERENA Luxury Mosaic che coniuga mosaico e vetro soffiato.

Quando inizia la sua passione per il mosaico?

Sin da piccolo ho sempre visto mio padre sperimentare il mosaico anche nel complemento d'arredo e studiare i collanti di nuova generazione, mano a mano che la tecnologia in quel campo si evolveva. La curiosità per quel settore si è legata poi agli studi in architettura e design, mentre scoprivo anche i cinque secoli di storia della mia famiglia, qualcosa di eccezionale. Infatti la nobile famiglia Serena, vetrai muranesi nel XVI secolo già tra i fornitori preferiti dalle case principesche italiane, fu tra le prime tre famiglie di Murano a rendere famosa nel mondo l’isola veneziana. Per citare invece mio nonno, Gino Serena, questi a metà dello scorso secolo si impegnò per lo sviluppo della Scuola Mosaicisti e fondò l’Industria Rivestimenti Musaici Artistici, con dedizione e grande impegno.

Oggi più di sempre si sente un grande bisogno di bellezza, a chi si rivolge la sua arte?

Mi auguro di entusiasmare chiunque abbia la capacità di osservare attentamente i dettagli e la curiosità di approfondire le scelte estetiche e geometriche che definiscono i miei oggetti. 

Quali sono i suoi obiettivi aziendali?

Serena Luxury Mosaic deve guardare ai mercati internazionali, nei settori del lusso, dalla nautica ai resort. Ponendosi come una nuova idea di Made in Italy che va ad affermare ancora nel contemporaneo la tradizione musiva e quella del vetro soffiato di Murano, ha la complessa possibilità di crearsi uno spazio unico, perché è l’unica realtà al mondo che coniuga tali arti.

L’estero ha sempre amato il made in Italy, come sta rispondendo il mercato straniero?

Cresce l’interesse negli USA e in Europa, anche se ci vuole tempo per farsi notare e molto dipende dalla possibilità di mostrare le opere realizzate partecipando ad eventi internazionali. 

Quali sono le formule migliori per comunicare l’arte oggi?

La presenza sul web e social selezionati è fondamentale, ma la possibilità di esporre gli oggetti presso showroom temporanei, fiere o gallerie d’arte resta il modo a mio avviso più efficace. Parlando di oggettistica e illuminazione, trattandosi di oggetti che si inseriscono nell’arredo, ritengo che, per quanto si possa raccontarli bene con video e realtà aumentata, i clienti preferiscano vederli di persona per capire se li emozionano davvero.

Conosciamo meglio Michelangelo Serena

Hobby

Ho una grande passione per le visite delle città d’arte, musei e mostre, ma anche per escursioni in montagna, in particolare sulle Dolomiti.

Piatto preferito

Ovviamente un dolce, anzi due. Lo strudel di mele e la torta Sacher.

Vino preferito

Gli studi universitari a Torino mi hanno fatto scoprire il Barolo, rosso piemontese per eccellenza.

Sogno nel cassetto

Viaggiare coniugando il lavoro almeno per metà anno, ogni anno.

Valori di riferimento

Indubbiamente la lealtà professionale, la coerenza personale e la presente amicizia.

Tag: Michelangelo Serena, Murano, Barolo, Spilimbergo, mosaico, Venezia, arte, cultura, italia.it

Autore: megazine@megmarket.it 

Registrati alla nostra Newsletter