Incontri & Racconti | 12 aprile 2021

La Basilicata riparte grazie ai produttori e alle imprese del gusto dei giovani

Sono numerosi i giovani lucani che stanno tornando a investire, assieme alla propria famiglia o da soli, nella propria terra

La Basilicata riparte grazie ai produttori e alle imprese del gusto dei giovani

"La Basilicata è una terra fantastica dove è ancora la natura la vera protagonista e noi agricoltori abbiamo il compito di custodirla e proteggerla”, a dirlo è un giovane agricoltore lucano che, come molti, ha scelto di investire nella propria terra. Si chiama Antonio Caputo e coltiva grani antichi: “Abbiamo deciso, di coltivare i nostri campi secondo il metodo dell’agricoltura biologica, cercando di essere poco impattanti e, di conseguenza, rispettare la nostra terra il più possibile".

Come Antonio sono molti i giovani lucani che stanno tornando a investire, assieme alla propria famiglia o da soli, nella propria passione.

E’ il caso di Benedetto Lioi che fa l'allevatore e produce formaggi assieme al padre e allo zio. Una passione che cresce da tre generazioni. "La passione è accompagnata dalla dedizione. Il bello del nostro lavoro è vedere le cose che si realizzano – dice Benedetto -. Abbiamo davanti ai nostri occhi tutta la filiera: coltivazione, allevamento, produzione del latte e realizzazione dei formaggi freschi e stagionati. Ho fiducia e sogno di continuare a crescere e migliorarmi in questo cammino. Non mancano l’umiltà e l’impegno".

Così come Vincenzo Marottoli che alleva maiale lucano e produce salumi: “Con fiducia sfidiamo il Patanegra perché le sfide sono uno strumento per crescere. L’approccio che mi ha trasmesso mio nonno è semplice e efficace: per ogni problema esiste una soluzione e ogni difficoltà può trasformarsi in un’opportunità”.

E Antonio Racioppi, Presidente del Consorzio Fagioli Sarconi IGP: “Coltivando la terra realizziamo i nostri sogni con passione e concretezza. Sono nato nella terra, fin da ragazzino aiutavo mio padre nella sua attività”. 

Porta il nome della nonna paterna l’azienda di Claudio Pietro La Banca: “I sogni aiutano a migliorare l'esistenza terrena, e talvolta, anche se non si realizzano appieno, prendono forme quasi simili. Ho da sempre una grande passione per la cucina e ho deciso di seguirla producendo la pasta”.

Brillano gli occhi alla giovanissima Ida Curcio quando racconta il proprio lavoro: “La terra è da sempre il mio “posto” preferito, il luogo in cui fiorisco ogni giorno così come fanno i miei prodotti messi in campo. Veder crescere e raccogliere ciò di cui mi prendo cura è la soddisfazione più grande”. 

E infine l’oro Bianco Lucano, il premiato gelato Luigi Buonansegna che racchiude tutti i sapori della Basilicata: “Le materie prime sono scelte con cura e la sperimentazione per trovare nuovi abbinamenti è quotidiana, frutto di ricerca e di studio”.

Tag: Basilicata, Michele Napoli, Antonio Caputo, Vincenzo Marottoli, Benedetto Lioi, Antonio Racioppi, Claudio Pietro La Banca, Luigi Buonansegna, Ida Curcio

Autore: megazine@megmarket.it

Registrati alla nostra Newsletter