Incontri & Racconti | 30 aprile 2022, 00:00

Franco Biraghi, tra pensiero e storia

"Non importa quale lavoro si faccia, ciò che conta è guardare avanti e darsi degli obiettivi da raggiungere"

Franco Biraghi, tra pensiero e storia

Franco Biraghi, direttore di Valgrana Spa, caseificio nel cuneese, racconta dell'Italia di quando lui fondò la sua azienda e ci dà consigli utilissimi sul lavoro.

Buongiorno Signor Biraghi, conosciamo i suoi traguardi principali, ma ci racconti del passato, del suo lavoro e magari dia a noi e ai giovani qualche dritta utile, può farlo?

Certamente, inizio col dire che io arrivo da una generazione vocata al lavoro, infatti ai nostri tempi in Italia non era semplice vivere come lo è ai giorni nostri, per questo l'unico modo per garantirsi una vita degna di essere chiamata tale era lavorare. Eravamo visti come un modello dai paesi esteri!. Credo di essere sicuro del fatto che i giovani debbano essere spinti a lavorare, così da essere pronti a mantenersi senza dipendere da nessuno.

Beh il lavoro è sicuramente importante, e sulla scuola?

La scuola allo stesso modo è importantissima, il maestro, pilastro dell'insegnamento, assieme alla famiglia, si adoperavano (e lo fanno tutt'ora) a preparare noi ragazzi così da renderci educati e seri durante lo svolgimento dei nostri futuri lavori.

E lo stato come si dovrebbe comportare secondo lei?

Lo stato doveva e dovrebbe tutt'ora capire che lavorare assieme rende tutto più semplice e  conveniente; e dovrebbe anche aiutare e creare una relazione con chi opera bene, così da facilitare il lavoro di entrambe le parti.

La ringraziamo di tutti i consigli, oltre a tutto il suo successo, ha ancora qualche sogno nel cassetto?

Nel corso della mia vita ho avuto parecchi sogni che ho cercato di rendere reali, ma uno lo ho ancora oggi, e che voglio tramandare a voi, il mio sogno è quello di vedere un mondo in cui la gente è concreta, che non fantastichi più, ma che inizi davvero ad operarsi, è davvero importante che le persone "vedano le cose" per risolverle ed evolversi sempre di più.

Autore: megazine@megmarket.it