Experience | 16 gennaio 2022

Prodotti enogastronomici, ecco come conservarli

Il progetto innovativo presentato da Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Prodotti enogastronomici, ecco come conservarli

Una funzione importante delle tecniche di trasformazione alimentare è quella di ridurre le perdite post- raccolto, sia in termini di qualità che di quantità.


Una buona qualità post-raccolto comprende la qualità visiva, tessiturale, nutrizionale e gustativa, l’assenza di agenti patogeni di origine alimentare, nonché il ritardo nel deterioramento del cibo da parte dei microrganismi.


È stato osservato che alcuni alimenti, come le verdure a foglia, se esposti alla luce mantengono una migliore qualità rispetto a quelli conservati al buio, sebbene ci sia ancora una mancanza di chiarezza sull'effetto della luce rispetto alla qualità post-raccolta delle piante e dei frutti.


Pertanto, una maggiore comprensione del rapporto tra la qualità della luce e la qualità post-raccolta potrebbe portare ad applicazioni potenzialmente utili nella conservazione di frutta e verdura.


E' questa la sintesi del progetto innovativo presentato da Alma Mater Studiorum - Università di Bologna relativo alla ricerca e allo sviluppo tecnologico nel campo della shelf life dei prodotti alimentari e del confezionamento dei medesimi, finalizzati alla limitazione degli sprechi e all'impiego delle eccedenze.