Esperienze | 21 ottobre 2021, 05:30

Giornata Nazionale dei Cjarsons

Piatto “povero” della cucina friulana, sono oggi una vera prelibatezza

Giornata Nazionale dei Cjarsons

Tondi, a mezzaluna, a barchetta, più grandi o più piccoli a seconda delle mani che li impastano, i Cjarsons,  piatto “povero” della cucina friulana, sono oggi una vera prelibatezza.

In passato la preparazione di questa specialità era soprattutto compito delle donne che li interpretavano utilizzando gli ingredienti a disposizione e, a seconda della zona, li farcivano con un ripieno (pistùm o pastùm) dolce o salato.

"La ricetta originaria, secondo un'antica leggenda, è stata insegnata ad un'astuta massaia da un dispettoso folletto, il Mazzarot. L'abile donna era infatti riuscita a imprigionarlo in un mastello dal quale si riprometteva di non farlo uscire più, per impedirgli di combinare altri guai in casa. L'essere fatato, infine stremato dalla caparbietà della massaia, aveva quindi scambiato la sua libertà con la ricetta di un piatto speciale, i Cjarsons. Da provare per credere: il loro sapore unico ha sicuramente un che di magico".

E’ quanto racconta Silvio Ortis Presidente dell'Albergo Diffuso di Sutrio e della Rete d'Impresa Zoncolan. Proprio a Sutrio la Proloco ogni anno dedica un evento di grande successo ai Cjarsons, durante il quale i paesi della Carnia si sfidano con grande passione.

Tag: Cjarsons, Friuli Venezia Giulia, Sutrio

Autore: M.N. megazine@megmarket.it