Experience | 30 aprile 2021

E' tempo di colori a Castelluccio di Norcia

Al confine tra Umbria e Marche la natura si prepara per uno spettacolo incredibile: la fioritura delle lenticchie e di moltissime altre varietà floreali

E' tempo di colori a Castelluccio di Norcia

Al confine tra Umbria e Marche la natura si prepara per uno spettacolo incredibile: la fioritura di Castelluccio di Norcia.

Ogni anno la primavera e l’estate sull’altipiano alle porte di Norcia, a cui i Monti Sibillini fanno da cornice, sono un tripudio di colori, un’esplosione floreale che tinge la campagna di rosso, giallo ocra, bianco, azzurro e viola, a seconda dei fiori che sbocciano in sequenza.

E così il piccolo borgo umbro diventa una meta turistica imperdibile per tutti coloro che vogliono ammirare la perfezione della natura che da maggio a luglio incanta con il suo cromatismo.

Tutto nasce dalla coltivazione della lenticchia sui pianori di Castelluccio e dalla volontà di preservare comunque la flora spontanea protagonista naturale del mosaico colorato.

E così genzianelle, narcisi, violette, papaveri, ranuncoli, asfodeli, senape selvatica, trifogli, acetoselle e molti altri fiori si mischiano alle specie seminate dagli agricoltori e i piccoli fiori bianchi dai riflessi azzurri delle lenticchie diventano un tutt’uno con le altre corolle colorate.

Siamo a oltre 1.400 metri di altitudine in un contesto naturale incredibile, da scoprire e vivere senza fretta celebrando la natura, lungo i numerosi sentieri che attraversano il territorio del Pian Grande, Pian Piccolo e Pian Perduto.

Tag: Castelluccio di Norcia, fioritura di Castelluccio, lenticchia IGP, Umbria

Autore: M.N. megazine@megmarket.it 

Registrati alla nostra Newsletter