Experience | 23 febbraio 2022, 05:30

Cortina, la Regina delle Dolomiti

Siamo in Veneto, nel cuore delle montagne riconosciute dall'UNESCO Patrimonio naturale dell'Umanità

Cortina, la Regina delle Dolomiti

Gli splendidi massicci delle Tofane, del Faloria, del Cristallo e delle Cinque Torri, con le loro vette che sfiorano il cielo, rappresentano un panorama unico al mondo e come maestosi giganti abbracciano e proteggono la cittadina di Cortina d’Ampezzo, facendole da cornice.

Elegante e mondana, Cortina conserva il fascino impressole dalle aristocratiche famiglie asburgiche che dal 1500 iniziarono a frequentare la valle.

Nel 1800 fu la volta degli inglesi che scelsero la cittadina come meta per le loro vacanze sportive, tra sontuose feste e grandi battute di caccia.

Nel 1956, qui si tennero le Olimpiadi degli Sport Invernali, trasmesse per la prima volta in televisione e da allora in poi la fama di Cortina crebbe, eleggendola a meta per eccellenza per gli amanti della montagna.

Oltre 120 chilometri di piste da discesa per principianti e sciatori esperti, percorsi per sci di fondo e ciaspole, stadio del ghiaccio, palestra di roccia e una incredibile rete di sentieri, ne fanno il paradiso di tutti gli sportivi e gli amanti della natura.

Completano il panorama dell’offerta turistica gli eleganti ed esclusivi negozi del centro, i locali alla moda e i bar dove gustare una cioccolata calda al pomeriggio o un raffinato aperitivo prima di cena, le proposte culturali di altissimo livello e una tradizione alberghiera di prim’ordine, simbolo dell’hôtellerie delle

Dolomiti, dove un tempo soggiornarono re e imperatori e oggi famose star della musica e divi del cinema.

Grazie a tutto questo Cortina d’Ampezzo è l’unica località italiana a far parte della prestigiosa Associazione Europea Best of the Alps, il marchio di qualità internazionale che riunisce le 12 località più famose ed esclusive dell’intero arco alpino.

Il glamour di Cortina nasce anche dalle sue tradizioni.

Dalla lavorazione della filigrana per i raffinati gioielli che ornavano l’abito tradizionale delle donne, all’intaglio del legno per gli utensili della vita agreste e gli intarsi dei mobili delle antiche abitazioni.

Le radici di Cortina affiorano tra le vie del paese e le ritroviamo anche nelle numerose specialità culinarie che uniscono i sapori del Veneto a quelli del vicino Tirolo, da gustare nei ristoranti e nei rifugi che, oltre alle prelibatezze tipiche, offrono panorami spettacolari, quando al tramonto la roccia cambia colore e le montagne si tingono di un rosa intenso creando un effetto quasi irreale.

Da sempre terra di confine, anticamente abitata dai Celti e dai Reti e poi dai Romani, Cortina conserva ancora la sua lingua d’origine, il Ladino e una singolare bandiera che ha già festeggiato i 100 anni, essendo nata nel 1920.

I suoi colori rappresentano la vera essenza di questi luoghi: il verde dei boschi e dei prati, il bianco della neve e delle rocce dolomitiche e l’azzurro del cielo.

Passato, presente e futuro.

Cortina racchiude in sé il trascorrere del tempo e guarda avanti, pronta ad accogliere lo spettacolo dei Campionati Mondiali di Sci Alpino del 2021 e il grandissimo appuntamento dei Giochi Olimpici Invernali del 2026.

Tags: Campionati Mondiali di Sci Alpino, Giochi Olimpici Invernali 2026, Cortina, Veneto, Regione del Veneto, sport, sci, turismo, cioccolata

Autore: M. N. megazine@megmarket.it