Dal Mercato | 28 aprile 2021

I prodotti "a Km zero" fanno bene al Pianeta

Le nostre eccellenze agroalimentari sempre più spesso vengono comprate direttamente nella zona di produzione, con la filiera quanto più corta possibile

I prodotti "a Km zero" fanno bene al Pianeta

Frutta, verdura, legumi, latte, uova, vino, carne, formaggi, miele, cereali e tutte le eccellenze agroalimentari, oggi sempre più spesso vengono comprate direttamente nella zona di produzione, con la filiera quanto più corta possibile e vengono quindi definiti prodotti “a chilometro zero”.

L'acquisto avviene normalmente direttamente dal produttore senza intermediari con il consumatore finale e anche se, per ovvie ragioni, la varietà a km 0 non può essere ampia come quella proposta dalla grande distribuzione, l’offerta si va pian piano ampliando comprendendo anche prodotti non alimentari, come ad esempio i cosmetici, oppure servizi, come i pacchetti turistici che mirano alla valorizzazione delle mete di prossimità e dei territori locali.

La filosofia del commercio a chilometro zero si basa su diversi elementi, legati alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente:

-Diminuzione dell’inquinamento, grazie alla riduzione degli spostamenti

-Minore necessità di imballaggi, confezionamento e sistemi di conservazione, quindi meno rifiuti

-Garanzia di qualità, freschezza e genuinità dei prodotti nel rispetto della stagionalità

-Conoscenza diretta dei produttori e sostegno alle piccole imprese a favore dell’economia locale

La maggior parte dei territori, dai paesi alle città, organizzano mercati settimanali a chilometro zero o dedicano ai produttori locali apposite aree all’interno dei padiglioni mercatali. Sono inoltre attivi un po’ ovunque i gruppi di acquisto solidali GAS e sono in aumento costante i cosiddetti farmer market, cioè i punti vendita direttamente nelle aziende degli imprenditori agricoli.

Tag: km 0, sostenibilità, GAS, farmer market 

Autore: M.N. megazine@megmarket.it 

Registrati alla nostra Newsletter