Bandi e finanziamenti | 23 febbraio 2021

Veneto: contributi per le ville venete danneggiate da eventi calamitosi

Le domande devono essere inviate entro le ore 13 del 31 ottobre 2021

Veneto: contributi per le ville venete danneggiate da eventi calamitosi

L' Istituto Regionale Ville Venete (IRVV) promuove l'erogazione di contributi a fondo perduto per il consolidamento, manutenzione e restauro di ville venete tutelate e danneggiate da eventi calamitosi.

L'erogazione del contributo è subordinata a sottoscrizione di apposita convenzione che dovrà prevedere l'accessibilità al pubblico della villa, del parco o del giardino, secondo modalità fissate caso per caso.

La convenzione avrà durata almeno dieci anni dalla ultimazione dei lavori e dovrà comprendere la disponibilità del proprietario o dell'avente titolo a mettere a disposizione gratuitamente dell'IRVV il bene per lo svolgimento di attività culturali di interesse pubblico, per almeno una giornata all'anno, per tutta la durata della convenzione stessa. Accordi e convenzioni saranno trasmessi al Comune nel cui territorio si trovano gli immobili.

Beneficiari

I beneficiari sono i proprietari, possessori o detentori di ville venete catalogare dall'IRVV e aventi titolo all'esecuzione dell'intervento.

Interventi ammissibili

Oggetto dell'intervento sono le Ville Venete catalogate dall'IRVV e tutelate, comprese statue, giardini e/o parchi, danneggiati da eventi calamitosi compresi nei territori di comuni oggetto di dichiarazione di calamità naturale.

I lavori non dovranno risultare iniziati antecedentemente alla data del 1 novembre 2020.

Sono ammesse al contributo opere urgenti di messa in sicurezza e conservazione.

Gli interventi ammessi dovranno essere accertati da specifica relazione tecnica e potranno riguardare la rimessa in pristino sia di componenti strutturali che impiantistiche delle ville o delle pertinenze. Sono ammessi interventi di ripristino e riqualificazione di parchi e giardini. 

Agevolazione economica

L'importo non potrà superare il 30% della spesa ammissibile. Percentuali superiori sino al massimo del 50% potranno essere prese in considerazione nel caso di istanze presentate da soggetti pubblici o di interesse pubblico.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro le ore 13:00 del 31 ottobre 2021.